Small crab into the corals @Mafia Island - Tanzania ©Andrea Pompele All Rights Reserved

Small crab into the corals @Mafia Island - Tanzania ©Andrea Pompele All Rights Reserved
Small crab into the corals @Mafia Island - Tanzania ©Andrea Pompele All Rights Reserved

giovedì 4 dicembre 2014

Poche idee, ma ben confuse. Pensieri e riflessioni a casaccio: IL POTERE DELL'IMMAGINAZIONE

L’immaginazione e la fantasia sono uno dei miei tratti distintivi, mi piace fantasticare, proiettare ed immaginare le cose. Ma non è il solo aspetto della mia personalità: io sono preciso, razionale e un po’ rompicoglioni. Lo ammetto.

Air balooning namib desert namibia
Air balooning @Kulala Wilderness Property - Namib Desert  
Namibia ©Andrea Pompele All Rights Reserved 

Ho la testa tra le nuvole e i piedi ben piantati per terra, almeno spero…

La capacità di astrazione di un concetto identifica la curiosità e io sono sempre stato “curioso come una scimmia”. Questo mi ha portato nel tempo ad orientare le mie scelte di studio e di vita su ciò che vorrei vedere dopo averlo immaginato. Mi piacciono perciò le arti grafiche, perché dallo spazio bianco si ottiene una rappresentazione della propria immaginazione. Per questo ho studiato biologia, perché dalle parole scritte, segni grafici e codici chimico - fisici - matematici potessi immaginare e capire la struttura delle cose naturali, della realtà. E quindi farla mia. 

È importante l’immaginazione, fondamentale. 

Senza di essa non sarei riuscito a studiare la vastità delle materie che compongono le Scienze Naturali, la Genetica ad esempio e la promozione o silenziazione di geni sul DNA, la Citologia aaaah… nella cellula c’è l’universo intero! La Biochimica, ma anche l’Etologia e l’Ecologia richiedono immaginazione per poterle capire. La Matematica.

Non è solo una questione accademica, ma personale, profonda.

La Musica, evocativa o meno che sia, richiede immaginazione, il musicista non può solo eseguire, deve interpretare. E per farlo deve metterci del suo, il suo personale punto di vista, la sua immaginazione. Il fotografo ha, per definizione, il suo personale punto di vista, diverso da quello degli altri fotografi, l’artista, il regista, l’attore, idem.

quad  biking namib desert namibia
Quad Biking @Kulala Wilderness Property - Namib desert  

Namibia ©Andrea Pompele All Rights Reserved 
Ognuno di noi in fondo vive di immaginazione, costruisce progetti, proietta immagini di sé nel futuro, organizza, pianifica e svolge, lavora per un obiettivo. E allora perché non lo raggiunge? Perché no lo visualizza? Perché non sa che diavolo vuole nella vita? Perché intraprende deviazioni. Deviazioni dalla propria strada che fanno perdere tempo e bloccano le decisioni, disperdono energie e non ci fanno agire.

Le deviazioni sono perdita di tempo. E come si fa ad evitarle?

Non si può. L’Esperienza insegna. “Experience is the best teacher
Bisogna accorgersi di essere su una di queste per poter poi ritornare sulla strada maestra.


road  damaraland namibia safari
The long way road in the heart of DamaralandNamibia ©Andrea Pompele All Rights Reserved

Ma qual è la strada maestra?

Difficile capirlo, complicato identificarlo, molto semplice intuirlo. 

Le deviazioni sono segnali che ci dicono dove non si dovrebbe andare, ma che puntualmente ignoriamo deliberatamente. 

E invece esse sono necessarie, fondamentali, e l’istinto lo sa perfettamente.

Sappiamo già benissimo come andrà, ma inganniamo noi stessi per ascoltare chi ci dice “è giusto, è corretto, è responsabile, devi farlo” e se anche non è nessuno a dircelo, lo supponiamo noi. Legandoci, obbligandoci, sopportando, castrandoci.

L’immaginazione e l’istinto ci indicano la via, la razionalità e la volontà agiscono per organizzare e mettere in pratica questa nostra potenzialità. Non sono contrapposte, bensì interconnesse. L’immaginazione ci fa proiettare verso ciò che vorremmo, l’istinto ci dice ciò che è giusto per noi, la razionalità ci prende per mano, ci guida ed organizza, la volontà promuove tutto ciò.  

Sono un network, un gruppo di lavoro, collaborano. O meglio, collaborerebbero, se noi le lasciassimo fare, ma non permettiamo loro di aiutarci, le consideriamo al nostro servizio.
Bene è ora di smetterla di tentare di controllare tutto e lasciarle agire come dovrebbero.

E come?

Prima di tutto immaginando. E' il primo passo creativo.


flight namib desert safari namibia
Decollo @Kulala Wilderness Property - Namib desert  

Namibia ©Andrea Pompele All Rights Reserved 
Se vi è piaciuto questo articolo allora potreste essere interessati a lasciare un commento, oppure a leggere anche questi altri:

Poche idee, ma ben confuse. Pensieri e riflessioni a casaccio: IL CAMBIAMENTO E' EVOLUZIONE

Poche idee, ma ben confuse. Pensieri e riflessioni a casaccio: LIBERTA' IL VALORE PIU' GRANDE